Facebook   Twitter   Youtube   Feed RSS
 
 
L'Earth Day in Italia... > Badia a Passignano - Dove arte e natura si incontrano

Badia a Passignano - Dove arte e natura si incontrano

Badia a Passignano - Dove arte e natura si incontrano

22 Aprile 2018
Tavarnelle Val di Pesa , Tavarnelle Val di Pesa (FI)


Organizzato da Trekkeggiare

Trekkeggiare è un gruppo di Guide Ambientali residenti in Toscana, che nasce nel 2018. Queste Guide Ambientali si sono avvicinate a questa professione seguendo un percorso differente, ma la passione e l’amore per il proprio territorio le accomunano nel profondo.

Il camminare e fare trekking si realizza come un’esperienza molto più completa e coinvolgente di quanto possa sembrare a prima vista: un’escursione, infatti, una semplice gita o una camminata possono essere momento di ristoro per il fisico e la mente, ma anche un'ottima occasione di arricchimento personale e incontro con le persone. Il loro obiettivo, dunque, è quello di provare a scoprire insieme segreti e curiosità sul mondo naturale, sulla storia del territorio e sulle grandi bellezze che la Toscana cela orgogliosa in ogni suo angolo.

In occasione della Giornata della Terra, viene proposta un’escursione all’interno dell’Area Naturale Protetta di Badia a Passignano, connubio fra storia, arte e natura, che sarà approfondito grazie alla collaborazione tra la guida ambientale e la guida turistica che condurranno il trekking.

Partendo dall’omonimo borgo, saranno percorsi i sentieri che attraversano boschi e campi coltivati, scoprendo poderi e borghi caratteristici: nel percorso saranno toccati Poggio al Vento, borgo fortificato, Podere Monte e la Cappella dei Pesci, eretta a ricordo di un evento miracoloso. Saranno ammirati scorci panoramici unici del Chianti, e sarà osservata da vicino una biodiversità particolarmente eterogenea,  con specie vegetali  e animali singolari, tesori naturalistici che parlano del passato di Badia. Si tornerà, quindi, al borgo di Passignano e si visiterà l’interno dell’abbazia vallombrosana: la chiesa di San Michele Arcangelo, dove fu sepolto San Giovanni Gualberto, il refettorio monastico, dove risalta il meraviglioso affresco de “L’Ultima Cena”, dei fratelli Domenico e Davide Ghirlandaio, e il cortile, che rappresenta uno splendido esempio di giardino all’italiana.

Scopri di più

Facebook (link) trekkeggiare@gmail.com