Facebook   Twitter   Youtube   Feed RSS
 
 
EVENTI: Villaggio per l... > Villaggio per la Terra 2018

Villaggio per la Terra 2018

150.000 visitatori e oltre 600 attività organizzate grazie all’impegno di 250 organizzazioni per l’edizione dedicata all’Agenda 2030 dell’Onu

Villaggio per la Terra 2018

Per l’edizione 2018 del Villaggio per la Terra cinque giornate interamente dedicate alla tutela dell’ambiente e ai 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Onu.
Oltre 150.000 persone hanno visitato Villa Borghese e la Terrazza del Pincio grazie a un programma che ha offerto tantissimi eventi e celebrazioni, incontri istituzionali, forum a tema, corsi, spettacoli musicali, attività sportive, un’area ragazzi e un grande villaggio dedicato ai piccoli con attività ludiche e laboratori didattici.

Sono stati i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile a fare da collante per le variegate attività che il Villaggio ha offerto gratuitamente ai visitatori. 17 piazze, ognuna dedicata ad un obiettivo, hanno informato il pubblico su argomenti come la fame, la salute, l’economia circolare, il cambiamento climatico, la tutela della terra e del mare, e ogni giornata ha approfondito alcuni aspetti dell’Agenda 2030 attraverso dei talk show che si sono focalizzati sulle cinque P della sostenibilità.
Si è parlato ad esempio dell’impegno italiano per il raggiungimento dell’Agenda 2030 (Planet), dello sport come strumento che permette di andare oltre ogni barriera (People), del dialogo tra credenti e non credenti, religiosi e laici per la custodia del Creato (Partnership), dell’economia circolare e di comunione (Prosperity) e del confronto tra giovani sul tema “Cultura e dialogo, strumenti di pace per un futuro sostenibile” (Peace).

 
Molto apprezzati sono stati anche i momenti artistici e musicali sulla terrazza del Pincio che hanno visto tanti artisti salire sul palco del Concerto per la Terra: Max Paiella, mattatore del Villaggio per la Terra 2018, la social band di Radio Due, Andrea Perroni, Chiara Galiazzo, Briga, Elodie, la Rino Gaetano Band, gli street artist Maupal e Moby Dick, i ragazzi del giornale satirico di false notizie Lercio, i rapper Piotta e Clementino, Tony Esposito, Enrico Capuano e la Tamurriata Rock, Jean Michel Byron.
 
Altro protagonista assoluto è stato lo sport; ai visitatori è stata data la possibilità, grazie al Villaggio “Sport4Earth” organizzato insieme al CONI, al Comitato Italiano Paralimpico e a numerose associazioni e federazioni sportive nazionali, di praticare più di 30 discipline sportive e conoscere di persona grandi campioni come la campionessa olimpica Valentina Vezzali, l’allenatore della nazionale italiana di pallavolo Gianlorenzo Blengini, l’atleta paralimpica Giusy Versace o il pugile Clemente Russo.
 
Grande attenzione infine ai bambini, con tantissime attività divertenti e educative, e al mondo della scuola grazie agli Stati generali dell’ambiente dei giovani e al Festival dell’educazione alla sostenibilità, organizzato in collaborazione con MIUR e Ministero dell’Ambiente.
 
Tra i tanti ospiti presenti anche rappresentanti istituzionali, tutti uniti nel rimarcare l’importanza della manifestazione e la necessità di ripristinare un dialogo tra istituzioni e cittadinanza: il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, il sindaco di Roma Virginia Raggi, il portavoce ASviS (Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile) Enrico Giovannini, il Direttore dell’Alta Scuola dell’Ambiente dell’Università Cattolica Pierluigi Malavasi, l’attore, drammaturgo e scrittore Moni Ovadia.